“Congratulazioni a me”

Quando siamo piccoli tutti sono pronti a incoraggiarci e dirci quanto siamo bravi anche per cose di poco valore, ma quando siamo grandi chi ci dice “bravo”?
Tutto diventa man mano scontato e svolgere un compito con impegno e dedizione in modo che sia (quasi) perfetto diventa il minimo che dobbiamo fare, dato per scontato.

Il motivo per cui si dice sempre “bravo” ai bambini credo sia per incoraggiarli. Più volte ci dicono che siamo bravi nel fare qualcosa e più capiamo che quella è la cosa giusta da fare o che sia il modo giusto per farla, acquisiamo fiducia nelle nostre capacità e così siamo sempre più motivati a fare cose sempre nuove e più complesse.

Poi cresciamo e sono sempre meno persone a farci i complimenti e questo secondo me accade principalmente per tre motivi:

  1. alcune cose si danno per scontate o si ritengono irrilevanti, quindi non meritevoli di complimenti;
  2. alcune persone provano invidia per il successo altrui, quindi non si complimentano con nessuno;
  3. siamo noi i primi a non dire a tutti ‘guarda cosa ho fatto/completato/ottenuto’.

Analizziamo i tre punti.

  1. Forse starai pensando che la tua vita sia una routine priva di grandi cambiamenti/miglioramenti o traguardi da festeggiare. Se ci pensi non è cambiato nulla da quando eravamo bambini, prima imparavamo a stare in piedi per poi camminare, ora impariamo a compiere alla perfezione diverse azioni in sequenza per essere i migliori nel nostro lavoro; ogni piccolo traguardo è fondamentale per raggiungere qualcosa di più grande. La vita, per la maggior parte del tempo, è fatta di piccole cose, non di grandi eventi, i quali sono spesso un percorso a tappe; perché non continuare a complimentarci per ogni piccolo successo?
  2. Non possiamo impedire che gli altri provino invidia, possiamo solo impegnarci a non invidiare noi gli altri e a gioire con chi ci sta intorno per i loro successi. Penso sia più probabile che qualcuno si complimenti con noi e non ci invidi se noi per primi non invidiamo gli altri e ci complimentiamo con loro. Saper valorizzare gli altri notando i punti di forza altrui è una qualità comunemente apprezzata.
  3. Dire a tutti cosa abbiamo ottenuto non è un atto di egolatria (→ culto sfrenato di sé) o vanità, ma una semplice condivisione. Siamo contenti di sapere che un nostro amico o parente è stato promosso, si è laureato, ha un nuovo lavoro, ha avuto una promozione, vinto un premio ecc.; vogliamo sapere queste cose e festeggiare con loro quando accadano, perché allora non dire agli altri i nostri successi così che anche loro possano gioire con noi?

Il concetto principale di oggi è quindi il seguente:

Congratulare significa motivare.

Di tutte le persone che conosci e per te importanti ce n’è una dalla quale devi ricevere sempre i complimenti e regali per i successi per te più importanti: te stesso/a.
Siamo bravi a prendercela con noi stessi quando le cose non stanno andando come vorremmo, a farci notare i difetti, a demoralizzarci. Perché invece non utilizzare così tanta energia e grinta in positivo?
É importante farlo perché

Congratularsi significa motivarsi.

Il mio consiglio di oggi è quindi il seguente: motiva te stesso congratulandoti per ogni traguardo, piccolo o grande che sia, così avrai sempre una carica in più per raggiungere il tuo futuro piccolo o grande successo. Congratulati con gli altri per creare un ambiente stimolante e produttivo intorno a te.

SE TI É PIACIUTO QUESTO ARTICOLO CLICCA “Mi piace” QUI SOTTO, CONDIVIDILO COI TUOI CONTATTI SUI CANALI SOCIAL, VIA MAIL O WHATS APP CON I BOTTINI QUI SOTTO E RICORDA PENSA, EMOZIONATI, VIVI… MOMENTI POSITIVI.

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...