OSA fissare un obiettivo parte 2/4

Avere successo non è un caso, ma qualcosa che va pensato, studiato, programmato dettaglio per dettaglio. Il successo è un percorso, una strada a tappe, è un gioco con noi stessi e per giocare occorre conoscere le regole e il metodo di gioco. Questo metodo è noto come metodo O.S.A.: obiettivi, strategia, piano d’azione. Se non ancora non hai letto l’articolo nel quale presento questo metodo di consiglio di farlo, perché quanto segue è un approfondimento.

Leggi l’articolo “OSA fissare un obiettivo” prima di proseguire.

Il primo passo di questo metodo consiste nel fissare un obiettivo, come si fa?
Per spiegartelo voglio fare con te un quiz.

Le seguenti frasi indicano o no un obiettivo?

  • Entro l’anno prossimo voglio che il mio stipendio sia più alto;
  • Voglio divertirmi di più;
  • In futuro non voglio più arrabbiarmi quando mi danno un consiglio;
  • Entro trenta giorni voglio chiamare più persone possibili per chiudere contratti;
  • Voglio leggere una pagina al giorno di un libro.

Gli obiettivi non sono semplici voglie o sogni, ma sono ardenti desideri con caratteristiche ben precise, scopriamo quali sono.

Un obiettivo deve essere qualcosa sotto la nostra responsabilità.
L’obiettivo che ci fissiamo deve essere qualcosa che dipende unicamente da noi. Questo non significa che non possiamo farci aiutare, ma piuttosto che l’esito deve dipendere da nostre azioni.
Possiamo impegnarci tanto per vincere una gara o un premio; se non siamo noi la giuria l’assegnazione della vittoria non dipenderà da noi, arrivare in finale preparati sì.
Vincere alla lotteria non dipende da noi, sicuramente se nemmeno compriamo almeno un biglietto non potremmo vincere, ma possiamo solo sperare che venga sorteggiato.

Un obiettivo è espresso in termini positivi.
Dire cosa non si vuole non è uguale a dire cosa si vuole. È come andare in pizzeria e dire al cameriere che non vogliamo una margherita senza aggiungere altro; come potrà portarci la pizza giusta? L’unico modo è dirgli esattamente quale vogliamo. Allo stesso modo dobbiamo fare con noi stessi.

Un obiettivo è determinato e misurabile.
Più siamo precisi e pignoli su quale e come deve essere l’esito e più possiamo sapere se stiamo andando nella giusta direzione nel raggiungere il nostro obiettivo. Le misurazioni ci sono di grande aiuto in questo. Indica sempre l’obiettivo con una unità di misura oggettiva: giorni, chilogrammi, chilometri, numero di pagine/ripetizioni.

Un obiettivo è realistico.
Non mi riferisco al sogno di imparare a volare, respirare sott’acqua, diventare invisibili o avere qualche altro strano potere da supereroe. Realistico significa fattibile.
Ad esempio, non è un obiettivo realistico avere tutti 10 in pagella se fino al giorno prima si ha difficoltà a raggiungere la sufficienza oppure leggere dieci libri al mese se nemmeno si ha il tempo di leggerne almeno uno a settimana. Occorre quindi ridimensionare la meta in base al proprio punto di partenza, così da non sopravvalutarci troppo. Attenzione però a non correre il rischio di non rispettare il seguente punto:

Un obiettivo è motivante, sfidante.
Tornando agli esempi appena fatti, può essere motivante passare dal voto 4 a 6/7 e dal non leggere a leggere almeno venti pagine o per trena minuti al giorno.

Un obiettivo ha una scadenza.
Non basta dirsi “in futuro”, “nel prossimo anno”, “nei prossimi giorni”. Queste indicazioni temporali imprecise non ci permettono di sapere con esattezza quando iniziare e quando finire o controllare i progressi fatti. Essere precisi è fondamentale per mantenere la concentrazione sull’impegno preso. Indicare quindi sempre una data (anche l’ora se necessario).

Un obiettivo è scritto.
Scriverlo ci permette di identificare meglio il desiderio che abbiamo e tutte le caratteristiche che deve avere affinché sia un obiettivo.

Un obiettivo è in linea con i propri valori.
Ultimo ma non meno importante un obiettivo deve essere qualcosa che ti fa stare bene con te stesso, che ti fa bene fisicamente e mentalmente. Deve essere quindi qualcosa per il quale non hai nessun problema a parlarne con altri, a condividerlo, perché non va contro la tua persona, il tuo essere.
(NB. Se l’obiettivo è di gruppo deve rispettare i valori del gruppo.)

Ora che hai letto tutte le caratteristiche ti sarai accorto che nessuna delle frasi del quiz sono un obiettivo perché mancano di almeno una caratteristica.

I tuoi obiettivi rispettano tutte le caratteristiche?
Se ancora non li hai scritti ti invito a farlo, se già li hai scritti ti invito a verificarne la correttezza.

Buon lavoro e ricorda… pensa, emozionati, vivi Momenti Positivi.

bottone contenuti

clicca il bottone per iscriverti

NON PERDERTI AGGIORNAMENTI E CONTENUTI ESCLUSIVI. ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER, SUBITO GRATIS PER TE IL MANUALE “MAI PIÚ IMPREPARATI”.

2 pensieri su “OSA fissare un obiettivo parte 2/4

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...